• Servizi Cittadino

    Il Consorzio Elettra 2000 offre una serie di servizi gratuiti dedicati al cittadino che desidera approfondire le sue conoscenze in materia di bioelettromagnetismo. Tra queste, l’accesso al materiale presente sul sito, la newsletter informativa ed il servizio interattivo “Esperto risponde”.

  • Servizi Pubbliche amministrazioni

    Il Consorzio Elettra 2000 supporta le Pubbliche Amministrazioni nel perseguimento dei propri obiettivi per quanto concerne il confronto con il mondo delle imprese e con i singoli cittadini, o nelle attività di monitoraggio campi elettromagnetici sul territorio.

  • Servizi Aziende

    Il Consorzio Elettra 2000 fornisce consulenza alle aziende per attività di misura e di adeguamento degli ambienti di lavoro alla normativa vigente in materia di salute e sicurezza sul lavoro, unitamente ad attività di informazione e formazione rivolta a lavoratori e RSPP.

     

  • Servizi Scuole

    Negli ultimi anni, da parte del Consorzio c’è stata un’apertura nei confronti del mondo della Scuola che ha portato all’organizzazione di giornate di formazione per docenti e ad una serie di attività didattico formative rivolte agli studenti delle Scuole di ogni ordine e grado.

Sicurezza sul lavoro

Calendario eventi

April 2020
lunmarmergiovensabdom
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930
   Sfoglia la Brochure               Struttura | Missione | Comitato Scientifico | Attività Statuto

   Aggiungimi a Skype

Sicurezza sul Lavoro

Portale Sicurezza sul Lavoro

Alla luce del Testo Unico sulla Sicurezza sul Lavoro che include nell'elenco degli agenti fisici per cui occorre effettuare la valutazione del rischio anche i campi elettromagnetici, il Consorzio Elettra 2000 si è posto l'obiettivo di mettere a disposizione la propria esperienza nel campo della formazione e le proprie elevate competenze scientifiche nell'ambito dell'elettromagnetismo e presentarsi come riferimento per i soggetti interessati alla formazione, informazione, misura e analisi elettromagnetica.

 Il portale "Protezione dei Lavoratori dai CEM" è dedicato a tutti coloro che, a vario titolo, si occupano di sicurezza sul lavoro ed ha come obiettivo il fornire in tempo reale aggiornamenti operativi ed istituzionali, segnalare iniziative di rilievo e proporre approfondimenti scientifici sul tema della esposizione professionale.

 

 

 

  •  Obblighi del Datore di Lavoro

 

 

 

 

 

Formazione/Informazione in Azienda

É compito del datore di lavoro assicurarsi che ciascun lavoratore riceva una formazione sufficiente ed adeguata in merito ai rischi specifici ai quali risulta essere esposto per ragioni professionali. In questa sua attività il datore di lavoro deve avvalersi della collaborazione del Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP) aziendale tra i cui compiti rientra il proporre programmi di formazione e informazione dei lavoratori.

Raccomandazioni su come effettuare la formazione/informazione dei lavoratori relativamente all'agente fisico campi elettromagnetici, si trovano all'interno delle linee guida del Coordinamento Tecnico Interregionale.

Riguardo all'agente fisico campi elettromagnetici viene raccomandato di attivare la formazione/informazione per quei lavoratori che possono risultare esposti a livelli di campo (elettrico o magnetico) superiori a quelli raccomandati per il pubblico

I lavoratori professionalmente esposti dovranno essere informati genericamente:

 

  • sugli esiti della valutazione del rischio CEM in azienda;

 

  • sul significato dei limiti di esposizione;

 

  •  sul significato dei valori d'azione;

 

  •  sui potenziali rischi per la salute associati alla specifica esposizione;

 

L'informazione specifica dovrà invece fare particolare riferimento a:

 

  • livelli di esposizione che caratterizzano le diverse mansioni ed attività all'interno della Azienda;

 

  •  classificazione delle aree, con chiara identificazione di quelle in cui il lavoratore potrebbe essere esposto a livelli superiori a quelli raccomandati per la popolazione, di quelle in cui i valori di azione sono superati ed infine di quelle non adatte ai lavoratori particolarmente sensibili;

 

  •  controindicazioni specifiche alla esposizione;

 

  • indicazioni delle modalità per l'accesso alla sorveglianza sanitaria su richiesta del lavoratore;

 

Dal punto di vista della formazione è compito del datore di lavoro fare si che i lavoratori professionalmente esposti siano opportunamente formati sulle misure di sicurezza da adottare al fine di prevenire i rischi specifici associati alla esposizione.

In particolare i lavoratori che si trovino ad operare presso aree classificate a rischio di esposizione dovranno ricevere adeguata formazione su:

 

  •  opportuni accorgimenti e modalità operative da adottare al fine di prevenire il superamento dei limiti di azione;

 

  •  modalità d'uso e di manutenzione dei dispositivi di protezione ove previsti;

 

  •  uso e manutenzione dei dispositivi di segnalazione e di allarme;

 

  •  procedure e norme comportamentali idonee a ridurre al minimo l'esposizione

Identificazione della esposizione

 

Per l'identificazione della esposizione occorre tenere conto di due fattori distinti: la tipologia della sorgente ed il tempo di esposizione.

Per quanto concerne l'identificazione e le caratteristiche dell'esposizione le specifiche sono riportate nell'Articolo 209 - "Identificazione dell'esposizione e valutazione dei rischi" - del Testo Unico

Nell'ambito della valutazione del rischio il datore di lavoro deve prestare attenzione ai seguenti elementi:

 

1) caratteristiche della sorgente, in dettaglio:

  • livello
  • spettro di frequenza
  • durata della esposizione

 

2) valori limite e valori di esposizione

 

3) effetti scientificamente noti sulla salute e sulla sicurezza dei lavoratori particolarmente sensibili al rischio

 

4) eventuali potenziali effetti indiretti, quali:

  • interferenza con attrezzature e dispositivi medici elettronici (compresi stimolatori cardiaci e altri dispositivi impiantati)
  • rischio propulsivo di oggetti ferromagnetici in campi magnetici statici con induzione magnetica superiore a 3 mT
  • innesco di dispositivi elettro-esplosivi
  • incendi ed esplosioni dovuti alla accensione di materiali infiammabili provocata da scintille prodotte da campi indotti, correnti di contatto o scariche elettriche

 

5) l'esistenza di attrezzature di lavoro alternative progettate per ridurre i livelli di esposizione ai campi elettromagnetici

 

6) la disponibilità di azioni di risanamento volte a minimizzare i livelli di esposizione ai campi elettromagnetici

 

7) informazioni raccolte dal medico competente nel corso della sorveglianza sanitaria

 

8) informazioni sugli effetti della esposizione all'agente in oggetto riportate in letteratura scientifica

 

9) presenza di sorgenti multiple di esposizione

 

10) esposizione simultanea a frequenze diverse

Tu sei qui:

Iscrizione newsletter

E-mail:
Nome:
Cognome:
Azienda:

Scrivi a...

Trovaci anche su...