Sicurezza sul lavoro

Calendario eventi

July 2024
lunmarmergiovensabdom
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031

Campania

Campania

Riferimenti Normativi Regionali in materia di sorgenti fisse di campo elettromagnetico

 

 

Deliberazione della Giunta Regionale della Regione Campania n. 3202 - "Approvazione del documento: "Linee Guida per l'applicazione della L.R. n. 14/2001". Con allegato" (B.U.R. Campania n° 40 del 26 agosto 2002 )

 

 

Legge Regionale del 24/11/2001, n.13 - "Prevenzione dei danni derivanti dai campi elettromagnetici generati da elettrodotti" (B.U.R. Campania del 29-11-2001)

 

Legge Regionale del 24/11/2001, n.14 - "Tutela igenico sanitaria della popolazione dalla esposizione a radiazioni non ionizzanti generate da impianti di teleradiocomunicazioni" (B.U.R. Campania del 29-11-2001)

Regione Campania

Raccolta regolamenti comunali per installazione stazioni radiobase e impianti radiotelevisivi

 

 

 

 

                        • Altri Comuni

 

 

 

Napoli

Raccolta regolamenti comunali per installazione stazioni radiobase e impianti radiotelevisivi

Comune di Napoli

 

 

Non esiste un regolamento comunale in materia. Ci si può rivolgere alla Direzione Ambiente, tel. 0817958911.

 

 

 

Regione Campania - Capoluoghi di Provincia

Raccolta regolamenti comunali per installazione stazioni radiobase e impianti radiotelevisivi - Capoluoghi di Provincia

 

 

Salerno

Raccolta regolamenti comunali per installazione stazioni radiobase e impianti radiotelevisivi

Comune di Salerno

 

 Il Comune di Salerno ha adottato un proprio Regolamento comunale per l’installazione e l’esercizio degli impianti di teleradiocomunicazione

 

  • Il gestore del servizio di telefonia mobile dovrà:

a) fornire al Comune, tramite l'ufficio competente, la mappa dei siti attualmente operativi ed il programma di sviluppo della rete del servizio di telefonia mobile;

b) concertare con il Comune programmi adeguati di sviluppo della rete nel rispetto dei livelli di esposizione della popolazione stabiliti dalla legge;

c) individuare, anche su indicazione del Comune, gli impianti esistenti più impattanti che necessitano di essere riqualificati mediante sostituzione con impianti meno invasivi o con la riallocazione in siti alternativi;

d) sostenere, attraverso l’istituzione di tavoli di concertazione, il Comune nella realizzazione di attività finalizzate all'attuazione di campagne di informazione sui rischi eventuali connessi all'esposizione ai campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici emessi dagli impianti di stazioni radio base e simili, e sugli accorgimenti adottati per garantire la salute dei cittadini e la costante informazione;

e) stipulare con il Comune contratti di locazione in merito ad istallazioni di impianti realizzati su aree pubbliche;

  • Il Comune persegue l’obiettivo di operare azioni autonome di monitoraggio in continuo delle emissioni elettromagnetiche attraverso l’installazione di centraline di rilevamento, con le modalità tecniche di cui all’allegato B del D.M. n°381/98, individuando di volta in volta, anche con l’ARPAC, punti di criticità dove installare il sistema di monitoraggio.
  • Le azioni di monitoraggio svolte dal Comune non si intendono sostitutive delle attività di controllo imposte, in virtù di leggi, regolamenti e provvedimenti amministrativi, all’ARPAC o ad altri organismi con competenza tecnica in materia.
  • Il Comune promuove campagne di informazione sui rischi derivanti dall’esposizione ai campi elettromagnetici generati dagli impianti e sulle misure adottate per tutelare la cittadinanza.

 


 

Ufficio di riferimento: Sportello Unico per le Attività Produttive, tel. 089662494.

 

Per la presentazione di pratiche relative ad impianti di comunicazione elettronica (telefonia mobile, tv digitale terrestre, etcc...) da inoltrare ai sensi dell'art. 87 e dell'art. 87-bis del D.Lgs. n. 259/2003 consultare l'apposita sezione Istanze ai sensi dell'art.87 del Codice Comunicazioni Elettroniche che riporta anche l'ultima novità legislativa introdotta con il comma 4 dell'art. 35 della L. 111 del 15/7/2011.

 

Regolamento comunale per l’installazione e l’esercizio degli impianti di teleradiocomunicazione

 

Le Società dovranno fornire al Comune ai sensi del comma 8 dell’art.86 del D.Leg.vo n.259/03 (n.2), la descrizione di ciascun impianto installato sulla base dei Format di cui i Decreti Ministeriali del 29/01/03 e del 22/07/03 o dei modelli “A” e “B” di cui all’allegato 13 del Decreto Leg.vo 259/03.

Il Comune procederà al censimento gli impianti di telecomunicazioni e quelli radiotelevisivi presenti sull’intero territorio comunale, curandone l’aggiornamento con cadenza semestrale.

 

Per leggere tutto il testo

 

 

Avellino

Raccolta regolamenti comunali per installazione stazioni radiobase e impianti radiotelevisivi

Comune di Avellino

 

Il Comune di Avellino si è dotato di un proprio Regolamento per l’installazione dei dispositivi di telecomunicazione mobile

 

  • I Gestori dei servizi di radiotelecomuncazione e telefonia presentano il progetto biennale di sviluppo delle proprie installazioni sul territorio comunale.
  • Entro il 31 dicembre del biennio di scadenza i Gestori inoltrano all’Amministrazione il “ progetto biennale” aggiornato con le attività previste nel successivo biennio di esercizio .
  • L’Amministrazione, ravvisatane la compatibilità ambientale e normativa, provvede all’approvazione dello stesso entro i 30 giorni successivi dandone comunicazione anche alle parti sociali interessate. Il programma di sviluppo e installazione conseguente a quanto previsto al primo comma va redatto, dai Gestori, anche in ottemperanza dell’art.4 comma 1 D.M.381/98.
  • Entro 60 giorni dall’adozione del presente regolamento i Gestori hanno l’obbligo di provvedere a :

- Censire e localizzare gli impianti attualmente operanti sul territorio comunale;

- Valutare i parametri sensibili prodotti dagli impianti censiti, anche in   relazione alla ubicazione;

- Individuare le misure di protezione, le modifiche impiantistiche, le modalità di conduzione degli impianti e gli aggiornamenti eventualmente necessari, ai fini del conseguimento degli obiettivi di qualità fissati all’art.4 comma 1 D.M. 381/98, per ricondurre i parametri sensibili di funzionamento degli stessi, all’interno dei ranges previsti dal decreto stesso;

- Programmare la delocalizzazione degli impianti per i quali non sia possibile rientrare nei parametri previsti

 


 

 Ufficio di riferimento: Settore Urbanistica

 

Regolamento per l’installazione dei dispositivi di telecomunicazione mobile

 

 

 

 

Benevento

Raccolta regolamenti comunali per installazione stazioni radiobase e impianti radiotelevisivi

Comune di Benevento

 

Il Comune di Benevento non possiede un proprio Regolamento per quanto riguarda l'installazione di stazioni radiobase per telefonia mobile. Fa quindi riferimento alla normativa nazionale.

 


 

 

Ufficio di riferimento: Sportello Unico Edilizia.

Caserta

Raccolta regolamenti comunali per installazione stazioni radiobase e impianti radiotelevisivi

Comune di Caserta

 

Il Comune di Caserta si è dotato di un Regolamento per l’installazione, la modifica, l’adeguamento e l’esercizio degli impianti di telefonia cellulare con particolare riferimento alle stazioni radio base.

 

  • La legge Regionale del 9/10/2001, art. 3, richiede al Presidente della Provincia l’autorizzazione all’installazione o modifica degli impianti per teleradiocomunicazioni con potenza efficace totale dell’antenna superiore a 100 watt.
  • L’istanza di autorizzazione deve essere inoltrata tramite il Dipartimento Provinciale dell’ARPAC, il quale cura l’istruttoria tecnica ed acquisisce il preventivo parere del Comune per quanto attiene gli aspetti urbanistici e radioprotezionistico.

 


 

 

Ufficio di riferimento: Settore Urbanistica, ecologia, cave, tel. 0823273502.

 

Regolamento comunale per l’installazione, la modifica, l’adeguamento e l’esercizio degli impianti di telefonia cellulare con particolare riferimento alle stazioni radio base

 

La legge Regionale del 9/10/2001, art. 3, demanda al Presidente della Provincia l’autorizzazione all’installazione o modifica degli impianti per teleradiocomunicazioni con potenza efficace totale dell’antenna superiore a 100 watt.

L’istanza di autorizzazione , deve essere inoltrata tramite il Dipartimento Provinciale dell’ARPAC, il quale cura l’istruttoria tecnica ed acquisisce il preventivo parere del Comune per quanto attiene gli aspetti urbanistici e radioprotezionistico (art. 3).

 

Per leggere tutto il testo

 

 

Tu sei qui:

Trovaci anche su...