Sicurezza sul lavoro

Corsi di formazione

Indagini strumentali

 

Calendario eventi

Aprile 2018
lunmarmergiovensabdom
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Fermo

Raccolta regolamenti comunali per installazione stazioni radiobase e impianti radiotelevisivi

Comune di Fermo

Il Comune di Fermo ha sviluppato un proprio Regolamento comunale per l’insediamento di impianti di tele radiocomunicazione piano di rete per gli impianti di telefonia mobile

 

  • Entro il termine di validità del piano-programma, i gestori interessati dovranno presentare al Comune il piano-programma di sviluppo della propria rete, aggiornato per il triennio successivo
  • Viene istituito l’Osservatorio Comunale Ambientale che avrà, tra gli altri, il compito di valutare le problematiche connesse al controllo dell’elettrosmog, compreso le istanze rivolte all’installazione di impianti radio-emittenti, e di adempiere a quanto previsto nel seguito.

- Tale comitato sarà così costituito da:

1. Il Sindaco o un suo delegato in qualità di presidente;

2. Il dirigente Settore Ambiente del Comune;

3. Il dirigente Settore Urbanistica del Comune;

4. Un membro designato dall’ARPAM;

5. Un membro designato dal Dipartimento di prevenzione ASUR;

6. Un rappresentante delle associazioni di cittadini maggiormente rappresentative;

7. Un rappresentante delle società titolari di concessione

8. Un dipendente del Comune di Fermo, in qualità di segretario (senza diritto di voto).

 

 


 

 

Ufficio di riferimento: Pianificazione Urbanistica.

 

Regolamento comunale per l’insediamento di impianti di tele radiocomunicazione piano di rete per gli impianti di telefonia mobile

 

Successivamente, entro il termine di validità del piano-programma, i gestori interessati dovranno presentare al Comune il piano-programma di sviluppo della propria rete, aggiornato per il triennio successivo, il quale deve contenere almeno le seguenti indicazioni:

 

1. relazione tecnica descrittiva del piano-programma presentato;

    2. planimetria d’insieme di tutte le installazioni esistenti in scala 1:10.000;

3. planimetria della zona su mappe catastali o aereofotogrammetriche in scala 1:1.000, con indicazione delle aree interessate dalle richieste di ogni singola futura installazione o riconversione di impianti esistenti; la localizzazione deve individuare aree circoscritte (aree di ricerca)aventi un raggio massimo di 150 ml. rispetto al punto ritenuto ottimale dal gestore;

4. le schede riportanti le caratteristiche tecniche degli impianti esistenti e da realizzare;

 

Per leggere il testo

 

Piano antenne

 

Tu sei qui:

Iscrizione newsletter

E-mail:
Nome:
Cognome:
Azienda:

Scrivi a...

Trovaci anche su...