Sicurezza sul lavoro

Corsi di formazione

Indagini strumentali

 

Calendario eventi

Gennaio 2018
lunmarmergiovensabdom
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031

Elettra 2000 e Fondazione Ugo Bordoni: uno sguardo da vicino alla “questione campi elettromagnetici”

 

Il Consorzio Elettra 2000 ha di recente collaborato con la Fondazione Ugo Bordoni, partner del consorzio stesso, per l’organizzazione di un workshop di approfondimento dedicato all’impatto ambientale, sanitario e sociale dei campi elettromagnetici. L’incontro si è svolto lo scorso 15 novembre, a Roma, ospitato congiuntamente dal Comitato dei Soci Fondatori ed dal Comitato Scientifico della Fondazione Bordoni. I Comitati hanno dedicato un pomeriggio di approfondimento alla analisi dello stato dell’arte della conoscenza scientifica riguardante gli effetti dei campi elettromagnetici sulla salute e sulle novità dal punto di vista della possibile revisione dei limiti di esposizione. Sono stati invitati a partecipare ai lavori, in qualità di relatori, i neo-eletti rappresentanti italiani all’ICNIRP, la dott.ssa Carmela Marino, oggi riconfermata al secondo mandato, ed il prof. Guglielmo D’Inzeo. Hanno fornito il loro contributo al workshop anche il prof. Paolo Vecchia, Presidente Emerito dell’ICNIRP, e la dott.ssa Susanna Lagorio dell’Istituto Superiore di Sanità.

 

I rappresentanti dell’ICNIRP hanno illustrato le attività attualmente in corso, soffermandosi anche sul modus operandi adottato ai fini nello svolgimento della complessa attività di revisione della letteratura scientifica. Questa revisione è necessaria per la corretta definizione delle restrizioni di base e dei livelli di riferimento riportati nelle varie edizioni delle Linee Guida per la limitazione dell’esposizione a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici nel range 0 – 300 GHz.

 

 

L’incontro ha rappresentato un’importante occasione per fare chiarezza sullo stato dei lavori relativi all’aggiornamento delle Linee Guida e alle possibili modifiche dei limiti. Si tratta di un’attività avviata dall’ICNIRP alcuni anni ed estremamente complessa poiché richiede la revisione del sapere scientifico oggi disponibile in materia di effetti dei campi sulla salute.

 

La revisione dei limiti di esposizione è da sempre argomento di grande interesse per i cittadini, reso ancor più delicato da alcune anticipazioni sui possibili esiti dei lavori di revisione giunte alla stampa nei mesi passati. L’ICNIRP ha pubblicamente smentito tali anticipazioni e ha, al contrario, informato circa la necessità di un ulteriore periodo di indagine prima di poter arrivare alla conclusione dei propri lavori.

 

L’intervento dei relatori è stato seguito da un un lungo dibattito che ha coinvolto tutti i partecipanti sul tema della adeguatezza dei limiti in vigore da quasi due decenni in Italia. A fronte di un quadro di conoscenze scientifiche che va sempre più consolidandosi, l’approccio normativo iper-cautelativo adottato in Italia sin dal 1998 e pressoché congelato, mostra in modo sempre più evidente le proprie limitazioni. Da un lato, infatti, questo approccio che ha privilegiato l’adozione di limiti stringenti non basati su conoscenze scientifiche, non è stato sufficiente a tranquillizzare le preoccupazioni di una fascia di popolazione particolarmente preoccupata circa i possibili effetti dell’esposizione a lungo termine, dall’altro lato il quadro normativo ha necessariamente condizionato lo sviluppo delle reti radiomobili dispiegate in Italia sinora e ci si interroga oggi cosa accadrà in vista dei prossimi sistemi 5G.

 

Per una migliore preparazione dell’incontro la Fondazione Bordoni ha predisposto un documento riguardante l’attività ICNIRP e lo stato dell’arte dei lavori per la revisione delle Linee Guida. Tale documento offre una analisi dettagliata dei processi, basati sulla rilettura in chiave critica della letteratura scientifica, che l’ICNIRP ha avviato ai fini della revisione delle proprie Linee Guida alla base degli standard internazionali in materia di esposizione ai campi elettromagnetici; il tutto con lo scopo di chiarire le motivazioni alla base di una possibile revisione delle Linee Guida con le relative tempistiche.

 

Si tratta di importanti elementi per comprendere la relazione che i processi internazionali di revisione possono eventualmente avere sul quadro nazionale italiano, dove la sensibilità pubblica e politica in materia è da sempre più spiccata che altrove.

 

La migliore gestione del tema dei campi elettromagnetici in Italia è uno degli obiettivi perseguiti dal Consorzio Elettra 2000 per propria missione statutaria. Si tratta di un obiettivo condiviso pienamente dalla Fondazione Ugo Bordoni, che nel proprio ruolo di interlocutore tecnico della Pubblica Amministrazione, intende adoperarsi per incrementare il dialogo con i decisori istituzionali e politici e con tutte le parti interessate al fine della identificazione di una strategia nazionale in materia di radioprotezione che permetta di garantire la protezione dei cittadini e di beneficiare pienamente della diffusione delle tecnologie radio più evolute.

Tu sei qui:

Iscrizione newsletter

E-mail:
Nome:
Cognome:
Azienda:

Scrivi a...

Trovaci anche su...